Cosa non fare a Berlino per goderti una bella vacanza!

Cosa non fare a Berlino

Berlino è una delle città più belle d’Europa e… più divertenti, come conferma l’elevato numero di locali per adulti e fkk Germania. Ma che cosa NON devi assolutamente fare se non vuoi perdere tempo e rovinarti, così, il soggiorno a Berlino?

Cibo di strada

Certo, il cibo di strada potrebbe essere una cosa più economica e pittoresca, ma purtroppo la qualità del food street che troverai a Berlino non è sempre elevatissima. Meglio dunque – quando possibile – ricorrere a un più tradizionale ristorante, avendo cura di  selezionarlo tra quelli che ti verranno consigliati o… prendendo qualche informazioni su TripAdvisor.

Checkpoint Charlie

Il Checkpoint Charlie fu il famoso passaggio del Muro di Berlino tra Berlino Est e Berlino Ovest. Un tempo rappresentava il punto in cui tutti, dai diplomatici ai turisti, dovevano passare per entrare nel settore sovietico di Berlino. Oggi le cose sono diverse, e la zona è costantemente brulicante di turisti.

Ebbene, dopo essersi fatto spazio tra la folla, giungerai in un luogo che… è ben lontano da quello originale e originario. La cabina di guardia è ad esempio stata spostata in un museo e lo stesso Checkpoint Charlie Museum è più una mostra appariscente che di sostanza. Meglio invece visitare il Museo degli Alleati, situato a sud-ovest della città: dettagliato, gratuito, contiene il posto di guardia originale del Checkpoint Charlie!

Tour con gli autobus urbani

Una cosa da NON fare a Berlino è fruire di un tour in autobus. Spesso non ben organizzati, con voce guida meccanica e registrata, non ti faranno certamente respirare pienamente l’atmosfera cittadina.

KaDeWe

Molti visitatori si recano alla Kaufhaus de Westins (KaDeWe), simbolo dell’opulenza di Berlino Ovest che attira i curiosi e gli amanti dello status quo. Qui troverai capi di abbigliamento piuttosto cari, cibo internazionale, caffetteria di lusso e così via. Tuttavia, diciamoci la verità: questo centro commerciale non è il luogo più eccitante per fare acquisti a Berlino. I nuovi negozi della città e i suoi numerosi mercati sono luoghi più affascinanti per lo shopping!

Führer

La gente setaccia le strade intorno a Gertrud-Kolmar-Strasse, guida in mano, alla ricerca di segni del Führer. La sua morte in un bunker sotto la città è segnalata da un cartello informativo solo per evitare che diventi un punto di pellegrinaggio per neonazisti. Ed è dunque – a ragione – quasi sempre una delusione.

Il nostro suggerimento è chiaro: dedica meno (zero) tempo a Hitler e più tempo a considerare le milioni di vittime dell’olocausto. Il vicino Memoriale degli ebrei assassinati in Europa è il miglior punto di partenza, così come quelli dedicati agli omosessuali perseguitati sotto il nazismo e ai sinti e ai rom d’Europa.

Durata del viaggio

Infine, tieni conto che Berlino è enorme e sorprendente. C’è semplicemente troppo da esplorare e troppe esperienze da fare per poter dedicare alla città solo pochi giorni. Dunque, cerca di dedicare almeno una settimana alla tua prima visita nella città tedesca!

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required