Come evitare la trappola dell’overtrading

trappola dell'overtrading

Avete mai sentito parlare di overtrading? Si tratta di un’attività di trading che comporta la moltiplicazione delle posizioni aperte sul mercato, spesso in maniera impulsiva e incontrollata e, presumibilmente, in modo poco accorto e opportuno.

Ma per quale motivo si verifica l’overtrading? E come potersi porre al riparo di questo scenario che potrebbe comportare importanti rischi per le vostre finanze? Cerchiamo di saperne un po’ di più, prendendo spunto dai validi consigli che abbiamo letto su http://www.tradingonline.me/strategia-forex, e che vi consigliamo di consultare attentamente.

Come si cade nell’overtrading

Cadere nella trappola dell’overtrading può essere molto più semplice di quanto possiate immaginare. Generalmente si inizia con gradualità, magari come “risposta” a una posizione in perdita: la si chiude e se ne riapre un’altra, nella convinzione che il miglior modo per superare la frustrazione di aver chiuso una posizione in perdita sia quella di aprire una nuova posizione, magari nella direzione opposta.

Si innesca così un meccanismo a catena che potrebbe portarvi ad aprire tante posizioni sul mercato, in risposta reattiva ed emotiva a quanto è stato sperimentato nei primi trade, e che spesso degenera nell’apertura e nella chiusura irrazionale di numerose posizioni.

La conseguenza è presto individuabile: sotto i “colpi” di comportamenti poco accorti e scarsamente attenti sotto il profilo strategico, quel che si viene a creare è un danno spesso irreversibile al vostro capitale, che ne risulterà essere affetto in maniera frequentemente anche molto grave.

Come evitare di cadere nella trappola dell’overtrading

Con un po’ di logica e di rigore professionale e morale, non è certo difficile evitare di cadere nelle trappole tipiche dell’overtrading. La prima “arma” di difesa contro questo timore è certamente rappresentata nella necessità di predisporre una buona strategia di trading che possa permettervi di disporre di un piano in grado di guidarvi con mano ferma all’interno dei mercati finanziari, come una vera e propria bussola che vi indicherà la strada anche nei momenti in cui l’emotività sembra essere pronta a prendere il sopravvento.

Naturalmente, una volta predisposto, il piano di trading va… rispettato: dovreste dunque essere sufficientemente abili da mantenere il sangue freddo e ricordare che la strategia che avete formalizzato sta probabilmente ragionando molto meglio della vostra mente in quel preciso istante, soprattutto se quel metodo lo avete già utilizzato regolarmente in passato e ha dimostrato tutta la sua validità con il passare del tempo.

E se non avete una strategia di trading? Allora è giunto il momento di realizzarne una e, naturalmente, rispettarla fin dalle primissime fasi: imparate pertanto a essere razionali, senza aprire posizioni che non siano inquadrate all’interno di un piano strategico più ampio e organizzato. Il trading non è un’attività di puro istinto o, per lo meno, se volete agire d’istinto dovreste essere pienamente consapevoli che un simile comportamento aumenta il rischio di perdite.

Un altro elemento che potrebbe influenzare le condizioni di overtrading e sulla base del quale vi consigliamo di assumere precise posizioni è legato al sentire necessario di aprire una posizione. Considerato che nessuno vi obbliga a investire per forza, se il mercato non vi fornisce segnali e se il vostro piano di trading non vi suggerisce nulla, meglio astenersi dall’aprire posizioni per il semplice gusto di farlo.

Ulteriormente, ricordate di essere sempre particolarmente pazienti quando guardate i grafici ed effettuate le vostre analisi: non cercate di arrivare a una determinata conclusione poiché vi piacerebbe avere a che fare con una simile deduzione, ma limitatevi ad osservare oggettivamente quel che accade sul mercato in relazione all’asset che avete deciso di monitorare.

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required